ssd, trim, e raspbian

classic Classic list List threaded Threaded
23 messages Options
12
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

ssd, trim, e raspbian

Paride Desimone-2
Buongiorno.
Raccattando informazioni qui e li, dopo aver già installato raspbian con
lo stesso metodo della sd su un ssd, cerco ora di capire come poter
rimpiazzare la partizione boot in vfat convertendola in ext4.
E' possibile? O in alternativa, come fare per installare ex-novo,
partendo dalla sd, tutto raspbian sul ssd? Ho letto  
https://wiki.debian.org/it/chroot prima e
https://wiki.debian.org/it/Debootstrap poi, ma nessuno mi ripporta a
come poter poi rendere il disco di boot.
Qualche aiuto, link specifico o altro è ben accetto.

Paride
--
http://keys.gnupg.net/pks/lookup?op=get&search=0xCC6CA35C690431D3

Chi e' pronto a rinunciare alle proprie liberta' fondamentali per
comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita ne' la liberta'
ne' la sicurezza.(Benjamin Franklin - dalla Risposta al Governatore,
Assemblea della Pennsylvania, 11 novembre 1755)

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

Davide Prina
On 13/07/19 12:46, Paride Desimone wrote:
> dopo aver già installato raspbian

mi spiace non so cosa sia raspbian

> rimpiazzare la partizione boot in vfat convertendola in ext4.

non penso sia possibile fare una cosa del genere.
Puoi manualmente fare un riseze della partizione vfat al minimo, in modo
da liberare spazio, con lo spazio liberato crei una ext4 e poi ci copi i
dati da vfat a ext4 (se non ci stanno tutti ripeti il processo fino a
quando li hai spostati tutti). A questo punto elimini vfat ed allarghi
ext4 ad occupare tutto lo spazio disponibile.

Per fare questo puoi usare gparted se vuoi qualcosa di grafico e più
"semplice" da utilizzare.

> Ho letto
> https://wiki.debian.org/it/chroot prima e
> https://wiki.debian.org/it/Debootstrap poi, ma nessuno mi ripporta a
> come poter poi rendere il disco di boot.

questi sono quelli che ora sono chiamati container[¹] o meglio sono gli
"antenati" dei container attuali (antenati nel senso che sono in uso da
molti più anni, ma ancora usati; i "nuovi" container offrono delle
"funzionalità" aggiuntive/diverse rispetto a questi).
Per il loro scopo non è previsto farli diventare disco di boot del
sistema. Il loro scopo è di avere un contenitore all'interno del sistema
operativo che gira sulla macchina dei contenitori entro cui girano delle
applicazioni e avere ogni contenitore più o meno isolato rispetto agli
altri contenitori e al sistema operativo reale presente sulla macchina.

Ciao
Davide

[¹]
https://en.wikipedia.org/wiki/Container_(virtualization)

--
Dizionari: http://linguistico.sourceforge.net/wiki
Sistema operativo: http://www.debian.org
GNU/Linux User: 302090: http://counter.li.org
Non autorizzo la memorizzazione del mio indirizzo su outlook

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

valerio1950


Il 13/07/19 17:55, Davide Prina ha scritto:
> On 13/07/19 12:46, Paride Desimone wrote:
>> dopo aver già installato raspbian
>
> mi spiace non so cosa sia raspbian

ciao,
semplicemente raspberry-debian, una distribuzione per raspberry basata
su debian.

ho provato anch'io ad usare un disco fisso per il sistema, ma non ho
approfondito la possibilità che cerchi.

valerio

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

Felipe Salvador-2
In reply to this post by Davide Prina
Ciao

On Sat, Jul 13, 2019 at 05:55:09PM +0200, Davide Prina wrote:
> On 13/07/19 12:46, Paride Desimone wrote:
> > dopo aver già installato raspbian
>
> mi spiace non so cosa sia raspbian

Non è Debian. È una cosa derivata da Debian, a cui hanno dato un nome
forviante per fare intendere che... ma non lo è.

All'epoca ricco di blob e firmware proprietari, altrimenti il
Lampone π non funziona, non essendo Hardware aperto e libero.

> > rimpiazzare la partizione boot in vfat convertendola in ext4.
>
> non penso sia possibile fare una cosa del genere.

La partizione EFI è vfat per ragioni[¹] che non dipendono dal
lampone, pertanto non è modificabile a prescindere.

[¹] https://en.wikipedia.org/wiki/EFI_system_partition

> Puoi manualmente fare un riseze della partizione vfat al minimo, in
> modo da liberare spazio, con lo spazio liberato crei una ext4 e poi ci
> copi i dati da vfat a ext4 (se non ci stanno tutti ripeti il processo
> fino a quando li hai spostati tutti). A questo punto elimini vfat ed
> allarghi ext4 ad occupare tutto lo spazio disponibile.
>
> Per fare questo puoi usare gparted se vuoi qualcosa di grafico e più
> "semplice" da utilizzare.
>
> > Ho letto https://wiki.debian.org/it/chroot prima e
> > https://wiki.debian.org/it/Debootstrap poi, ma nessuno mi ripporta
> > a come poter poi rendere il disco di boot.
>
> questi sono quelli che ora sono chiamati container[¹] o meglio sono
> gli "antenati" dei container attuali (antenati nel senso che sono in
> uso da molti più anni, ma ancora usati; i "nuovi" container offrono
> delle "funzionalità" aggiuntive/diverse rispetto a questi).
> Per il loro scopo non è previsto farli diventare disco di boot del
> sistema. Il loro scopo è di avere un contenitore all'interno del
> sistema operativo che gira sulla macchina dei contenitori entro cui
> girano delle applicazioni e avere ogni contenitore più o meno isolato
> rispetto agli altri contenitori e al sistema operativo reale presente
> sulla macchina.
>
> Ciao
> Davide
>
> [¹]
> https://en.wikipedia.org/wiki/Container_(virtualization)
>
> --
> Dizionari: http://linguistico.sourceforge.net/wiki
> Sistema operativo: http://www.debian.org
> GNU/Linux User: 302090: http://counter.li.org
> Non autorizzo la memorizzazione del mio indirizzo su outlook

Saluti
--
Felipe Salvador

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

Paride Desimone-2
In reply to this post by Davide Prina
Il 2019-07-13 17:55 Davide Prina ha scritto:

> Per il loro scopo non è previsto farli diventare disco di boot del
> sistema. Il loro scopo è di avere un contenitore all'interno del
> sistema operativo che gira sulla macchina dei contenitori entro cui
> girano delle applicazioni e avere ogni contenitore più o meno isolato
> rispetto agli altri contenitori e al sistema operativo reale presente
> sulla macchina.

Si, ma potento interagire con l'os in chroot, posso poi aggiornare tutto
il sistema ed alla fine crearmi la mia bella debian funzionante
lavorando su grub e spostando poi tutto fuori dal chroot.
Ricordo ancora che all'epoca di, se non ricordo male woody, feci cosi'
per passare da mandrake a debian.

Paride
--

http://keys.gnupg.net/pks/lookup?op=get&search=0xCC6CA35C690431D3

Chi e' pronto a rinunciare alle proprie liberta' fondamentali per
comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita ne' la liberta'
ne' la sicurezza.(Benjamin Franklin - dalla Risposta al Governatore,
Assemblea della Pennsylvania, 11 novembre 1755)

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

Paride Desimone-2
In reply to this post by valerio1950
Il 2019-07-13 19:37 valerio ha scritto:

> ho provato anch'io ad usare un disco fisso per il sistema, ma non ho
> approfondito la possibilità che cerchi.

Ho approfondito la cosa, ed è fattibilissimo, però, e c'è un però, gli
hdd sata sono da prendere con le pinze, perché bisogna necessariamente
trovare il chip usb dell'adattatore sata, che supporti il trim,
altrimenti adios disco in breve tempo.

Sto rimandando indietro l'adattatore preso da amazon, perché dopo averci
perso la testa fino a questa mattina alle 3, ho visto che non supporta
il trim.

Paride
--
http://keys.gnupg.net/pks/lookup?op=get&search=0xCC6CA35C690431D3

Chi e' pronto a rinunciare alle proprie liberta' fondamentali per
comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita ne' la liberta'
ne' la sicurezza.(Benjamin Franklin - dalla Risposta al Governatore,
Assemblea della Pennsylvania, 11 novembre 1755)

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

Paride Desimone-2
In reply to this post by Felipe Salvador-2
Il 2019-07-13 19:53 Felipe Salvador ha scritto:

> Non è Debian. È una cosa derivata da Debian, a cui hanno dato un nome
> forviante per fare intendere che... ma non lo è.

In effetti ho approfondito dopo aver letto la tua mail. Sai che credevo
fosse un port di debian ufficiale?

>
> All'epoca ricco di blob e firmware proprietari, altrimenti il
> Lampone π non funziona, non essendo Hardware aperto e libero.
>

Eh, se dobbiamo stare all'hardware aperto e libero come vuole rms,
dovremmo stare con macchine fuori dal mondo.
Considera che nemmeno ora, a più di 10 anni dall'uscita di produzione
del mio asus f3ja, ci sono driver completamente open. E per dirla tutta
rms, non considera debian una distribuzione completamente libera, quindi
figuriamoci tutto l'hardware. Senza considerare che sono davvero poche
le macchine che hanno la possibilità di farci girare un firmware libero.
Purtroppo questa è la dura realtà con cui scontrarsi giornalmente.

Paride

--
http://keys.gnupg.net/pks/lookup?op=get&search=0xCC6CA35C690431D3

Chi e' pronto a rinunciare alle proprie liberta' fondamentali per
comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita ne' la liberta'
ne' la sicurezza.(Benjamin Franklin - dalla Risposta al Governatore,
Assemblea della Pennsylvania, 11 novembre 1755)

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

Felipe Salvador-2
On Sun, Jul 14, 2019 at 08:10:54PM +0200, Paride Desimone wrote:

> Eh, se dobbiamo stare all'hardware aperto e libero come vuole rms,
> dovremmo stare con macchine fuori dal mondo.
> Considera che nemmeno ora, a più di 10 anni dall'uscita di produzione
> del mio asus f3ja, ci sono driver completamente open. E per dirla
> tutta rms, non considera debian una distribuzione completamente
> libera, quindi figuriamoci tutto l'hardware. Senza considerare che
> sono davvero poche le macchine che hanno la possibilità di farci
> girare un firmware libero. Purtroppo questa è la dura realtà con cui
> scontrarsi giornalmente.
>
> Paride
Ciao,
non dobbiamo, nessuno deve, è una scelta. In tal senso a qualcuno[¹]
potrebbe fare comodo sapere che il raspberry PI non è libero.

L'hardware aperto non lo "vuole rms", lui è uno di tanti. Riferirsi
esclusivamente a lui quando si parla di questi argomenti non aiuta a
capire che ci sono molte persone, legate a movimenti e non, dietro
questa idea.

> Eh, se dobbiamo stare all'hardware aperto e libero come vuole rms,
> dovremmo stare con macchine fuori dal mondo.

Falso, nel caso dei SBC ci sono diversi esempi di hardware aperto ma
comincia a muoversi qualcosa anche in altri ambiti, laptop, pc, smart
phone etc etc. Non è un trend, anzi, ma è qualcosa.

> --
> http://keys.gnupg.net/pks/lookup?op=get&search=0xCC6CA35C690431D3
>
> Chi e' pronto a rinunciare alle proprie liberta' fondamentali per
> comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita ne' la liberta'
> ne' la sicurezza.(Benjamin Franklin - dalla Risposta al Governatore,
> Assemblea della Pennsylvania, 11 novembre 1755)

[¹] fra questi ci saresti potuto essere te.

Saluti
--
Felipe Salvador

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

Paride Desimone-2
Il 2019-07-15 10:31 Felipe Salvador ha scritto:

> Ciao,
> non dobbiamo, nessuno deve, è una scelta. In tal senso a qualcuno[¹]
> potrebbe fare comodo sapere che il raspberry PI non è libero.

Sono d'accordo

>
> L'hardware aperto non lo "vuole rms", lui è uno di tanti. Riferirsi
> esclusivamente a lui quando si parla di questi argomenti non aiuta a
> capire che ci sono molte persone, legate a movimenti e non, dietro
> questa idea.

è un dei tanti esempi, ho preso rms, perché è uno dei più noti

>
> Falso, nel caso dei SBC ci sono diversi esempi di hardware aperto ma
> comincia a muoversi qualcosa anche in altri ambiti, laptop, pc, smart
> phone etc etc. Non è un trend, anzi, ma è qualcosa.

non so sugli sbc, ma devi convenire con me che quei pochi che ci sono
(mi fido di ciò che dici) sono di nicchia, e piuttosto, e qui è una mia
supposizione, poco performanti per attività professionali.
Smartphone invece non ne conosco, mi potresti fare un esepio di uno
smartphone, mi interesserebbe moltissimo.

Paride
--
http://keys.gnupg.net/pks/lookup?op=get&search=0xCC6CA35C690431D3

Chi e' pronto a rinunciare alle proprie liberta' fondamentali per
comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita ne' la liberta'
ne' la sicurezza.(Benjamin Franklin - dalla Risposta al Governatore,
Assemblea della Pennsylvania, 11 novembre 1755)

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

Piviul-2
Il 17/07/19 00:12, Paride Desimone ha scritto:
> [...]
> Smartphone invece non ne conosco, mi potresti fare un esepio di uno
> smartphone, mi interesserebbe moltissimo.
Credo o almeno spero che i fairphone[¹] lo siano.

Piviul

[¹] https://www.fairphone.com/it/

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

Lorenzo Breda-2


Il giorno mer 17 lug 2019 alle ore 09:12 Piviul <[hidden email]> ha scritto:
Il 17/07/19 00:12, Paride Desimone ha scritto:
> [...]
> Smartphone invece non ne conosco, mi potresti fare un esepio di uno
> smartphone, mi interesserebbe moltissimo.
Credo o almeno spero che i fairphone[¹] lo siano.

Se non erro hanno un SOC Qualcomm non aperto, di fatto esattamente come la Raspberry Pi. In ogni caso, non sono disponibili, da tempo.


--
Lorenzo Breda
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

Felipe Salvador-2
In reply to this post by Piviul-2
On Wed, Jul 17, 2019 at 08:16:51AM +0200, Piviul wrote:
> Il 17/07/19 00:12, Paride Desimone ha scritto:
> > [...]
> > Smartphone invece non ne conosco, mi potresti fare un esepio di
> > uno smartphone, mi interesserebbe moltissimo.
> Credo o almeno spero che i fairphone[¹] lo siano.
>
> Piviul
>
> [¹] https://www.fairphone.com/it/

Il fairphone si concentrava più sull'origine delle materie prime mi
pare, condividiamo la stessa speranza comunque.

Il progetto Librem ad esempio

https://puri.sm/products/librem-5/

Ciao

--
Felipe Salvador

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

Felipe Salvador-2
In reply to this post by Paride Desimone-2
On Wed, Jul 17, 2019 at 12:12:20AM +0200, Paride Desimone wrote:
> non so sugli sbc, ma devi convenire con me che quei pochi che ci sono
> (mi fido di ciò che dici) sono di nicchia, e piuttosto, e qui è una
> mia supposizione, poco performanti per attività professionali.
> Smartphone invece non ne conosco, mi potresti fare un esepio di uno
> smartphone, mi interesserebbe moltissimo.

Non pensare che il raspberry sia così performante o affidabile, la
maggior parte dei SBC sono concepiti per il IoT, la prototipazione.

Giusto ieri leggevo un articolo su un BUG scoperto in questa ultima
versione:

https://hackaday.com/2019/07/16/exploring-the-raspberry-pi-4-usb-c-issue-in-depth/

Le alternative sono di nicchia, generalmente modelli equivalenti costano poco di più, o
sono meno preformarti e allora costano molto meno. Oppure sono molto
validi, concepiti per servire bene, performanti  e costano uno
sproposito. Alcuni esempi di questo ultimo tipo li puoi trovare qui:

http://linuxgizmos.com/

Dai una occhiata qui:

https://www.olimex.com/Products/OLinuXino/open-source-hardware

Io ho un C.H.I.P, all'epoca costava 9$. Quello che vi linko è lo stock
che stanno cercando di smaltire. Purtroppo pare che la ditta che lo
produceva, la NextThing.co, abbia chiuso i battenti, gran peccato.

https://shop.pocketchip.co/collections/frontpage/products/c-h-i-p-new

> Paride
> --
> http://keys.gnupg.net/pks/lookup?op=get&search=0xCC6CA35C690431D3
>
> Chi e' pronto a rinunciare alle proprie liberta' fondamentali per
> comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita ne' la liberta'
> ne' la sicurezza.(Benjamin Franklin - dalla Risposta al Governatore,
> Assemblea della Pennsylvania, 11 novembre 1755)

--
Felipe Salvador

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

Davide Prina
In reply to this post by Paride Desimone-2
On 17/07/19 00:12, Paride Desimone wrote:
> mi potresti fare un esepio di uno smartphone

di progetti, funzionanti con solo software libero, nel tempo ho letto
che ce ne sono alcuni.

Che mi viene in mente ora c'è openmoko[¹], poi recentemente avevo letto
di un altro progetto, ma ora non mi viene in mente il nome, magari
partendo dai link di wikipedia di openmoko[²] riesci a trovarne altri

Ciao
Davide

[¹] http://wiki.openmoko.org/wiki/Main_Page

[²] https://en.wikipedia.org/wiki/Openmoko

--
Dizionari: http://linguistico.sourceforge.net/wiki
I lati oscuri del secure boot:
https://www.fsf.org/campaigns/secure-boot-vs-restricted-boot/whitepaper-web
Petizione contro il secure boot:
https://www.fsf.org/campaigns/secure-boot-vs-restricted-boot/statement
GNU/Linux User: 302090: http://counter.li.org
Non autorizzo la memorizzazione del mio indirizzo su outlook

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: ssd, trim, e raspbian

Lorenzo Breda
Il mer 17 lug 2019, 19:27 Davide Prina <[hidden email]> ha scritto:
On 17/07/19 00:12, Paride Desimone wrote:
> mi potresti fare un esepio di uno smartphone

di progetti, funzionanti con solo software libero, nel tempo ho letto
che ce ne sono alcuni.

Ce ne sono diversi, ma mi pare si parlasse di hardware libero.

-- 
Lorenzo Breda
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Openmoko [Re: ssd, trim, e raspbian]

Leandro Noferini
In reply to this post by Davide Prina
On Wed, Jul 17, 2019 at 07:26:11PM +0200, Davide Prina wrote:
 

> di progetti, funzionanti con solo software libero, nel tempo ho letto che ce
> ne sono alcuni.
>
> Che mi viene in mente ora c'è openmoko[¹], poi recentemente avevo letto di
> un altro progetto, ma ora non mi viene in mente il nome, magari partendo dai
> link di wikipedia di openmoko[²] riesci a trovarne altri
>
> Ciao
> Davide
>
> [¹] http://wiki.openmoko.org/wiki/Main_Page
>
> [²] https://en.wikipedia.org/wiki/Openmoko

Premetto che non l'ho mai provato ma da quel che ho sentito raccontare da chi
invece l'ha fatto era un po' un azzardo definire "funzionante" openmoko.

:-)

--
Ciao
leandro

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Openmoko [Re: ssd, trim, e raspbian]

Gian Uberto Lauri-4
Un po’? Uno dei progetti gestiti peggio

Sent from my smartphone

> On 16 Aug 2019, at 12:36, Leandro Noferini <[hidden email]> wrote:
>
>> On Wed, Jul 17, 2019 at 07:26:11PM +0200, Davide Prina wrote:
>>
>> di progetti, funzionanti con solo software libero, nel tempo ho letto che ce
>> ne sono alcuni.
>>
>> Che mi viene in mente ora c'è openmoko[¹], poi recentemente avevo letto di
>> un altro progetto, ma ora non mi viene in mente il nome, magari partendo dai
>> link di wikipedia di openmoko[²] riesci a trovarne altri
>>
>> Ciao
>> Davide
>>
>> [¹] http://wiki.openmoko.org/wiki/Main_Page
>>
>> [²] https://en.wikipedia.org/wiki/Openmoko
>
> Premetto che non l'ho mai provato ma da quel che ho sentito raccontare da chi
> invece l'ha fatto era un po' un azzardo definire "funzionante" openmoko.
>
> :-)
>
> --
> Ciao
> leandro
>
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Perdono [Era: Re: Openmoko [Re: ssd, trim, e raspbian]]

Leandro Noferini
In reply to this post by Leandro Noferini
Ciao a tutti,

chiedo scusa per l'invio ritardato, mi era rimasto in una coda dimenticata!

--
Ciao
leandro

Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Openmoko [Re: ssd, trim, e raspbian]

Paride Desimone-4
In reply to this post by Gian Uberto Lauri-4
Poteva anche essere gestito male, ma il problema era tutto l'hw proprietario. Alla fine gettarono la spugna. Ad oggetto non credo che esista ancora uno smartphone completamente open.

Il August 16, 2019 10:37:31 PM UTC, Gian Uberto Lauri <[hidden email]> ha scritto:
Un po’? Uno dei progetti gestiti peggio

Sent from my smartphone

On 16 Aug 2019, at 12:36, Leandro Noferini <[hidden email]> wrote:

On Wed, Jul 17, 2019 at 07:26:11PM +0200, Davide Prina wrote:

di progetti, funzionanti con solo software libero, nel tempo ho letto che ce
ne sono alcuni.

Che mi viene in mente ora c'è openmoko[¹], poi recentemente avevo letto di
un altro progetto, ma ora non mi viene in mente il nome, magari partendo dai
link di wikipedia di openmoko[²] riesci a trovarne altri

Ciao
Davide

[¹] http://wiki.openmoko.org/wiki/Main_Page

[²] https://en.wikipedia.org/wiki/Openmoko

Premetto che non l'ho mai provato ma da quel che ho sentito raccontare da chi
invece l'ha fatto era un po' un azzardo definire "funzionante" openmoko.

:-)

--
Ciao
leandro


--
Inviato dal mio dispositivo Android con K-9 Mail. Perdonate la brevità.
Reply | Threaded
Open this post in threaded view
|

Re: Openmoko [Re: ssd, trim, e raspbian]

Gian Uberto Lauri-4
Domanda: lo avevi?

La mia esperienza: molto felice di averlo acquistato. La prima versione del software non era male. Forse c’erano problemi di brevetti, ma principalmente c’era un eco sgradevole per l’altro utente. Ci misero secoli a sistemare la cosa. Ed in compenso ogni nuova distribuzione del software era peggio della precedente. Meno funzionale, meno organizzata e curata. Sparito X con la possibilità di gestire il tel da remoto.
Fissati con Dbus documentato male.
Sempre meno utile, sempre più goffo. 
Nessuna rotta, nessuna guida. Anarchia e inefficienza con risultato di totale inefficacia.

Sent from my smartphone 

On 18 Aug 2019, at 11:47, Paride Desimone <[hidden email]> wrote:

Poteva anche essere gestito male, ma il problema era tutto l'hw proprietario. Alla fine gettarono la spugna. Ad oggetto non credo che esista ancora uno smartphone completamente open.

Il August 16, 2019 10:37:31 PM UTC, Gian Uberto Lauri <[hidden email]> ha scritto:
Un po’? Uno dei progetti gestiti peggio

Sent from my smartphone

On 16 Aug 2019, at 12:36, Leandro Noferini <[hidden email]> wrote:

On Wed, Jul 17, 2019 at 07:26:11PM +0200, Davide Prina wrote:

di progetti, funzionanti con solo software libero, nel tempo ho letto che ce
ne sono alcuni.

Che mi viene in mente ora c'è openmoko[¹], poi recentemente avevo letto di
un altro progetto, ma ora non mi viene in mente il nome, magari partendo dai
link di wikipedia di openmoko[²] riesci a trovarne altri

Ciao
Davide

[¹] http://wiki.openmoko.org/wiki/Main_Page

[²] https://en.wikipedia.org/wiki/Openmoko

Premetto che non l'ho mai provato ma da quel che ho sentito raccontare da chi
invece l'ha fatto era un po' un azzardo definire "funzionante" openmoko.

:-)

--
Ciao
leandro


--
Inviato dal mio dispositivo Android con K-9 Mail. Perdonate la brevità.
12